car2go-a-milanoBenzina, tagliandi, bollo, assicurazione. L’auto privata è diventata un bene di lusso. Proprio oggi ho dato al mio meccanico 200 euro solo per cambiare un pezzo. Ci si chiede allora: perché un terzo dello stipendio deve essere utilizzato per mantenere un mezzo di trasporto? Ma ora la soluzione c’è ed è a portata di un click. È nata Car2go, il nuovo servizio di car sharing che ha contagiato i milanesi ma che si sta espandendo in altre città italiane.

Il servizio dispone di 450 Smart con uno slogan sulla portiera: Entro in centro. Si trovano sparse per la città (un’app sullo smartphone le indica rapidamente), si noleggiano solo per il tempo che occorre e giunti a destinazione si possono lasciare sulle strisce blu o gialle, gratuitamente. La benzina è inclusa, all’interno dell’auto c’è una carta carburante che permette di fare benzina senza sborsare soldi in moltissime stazioni convenzionate. Non servono chiavi ma solo una tessera magnetica che appoggiandola al parabrezza apre la macchina (le chiavi sono sul cruscotto). Sarà tua al momento dell’iscrizione al servizio al prezzo di 19 euro. Si paga al consumo: 0,29 euro al minuto, 14,90 all’ora e 59 euro al giorno.

Niente più angosce per il parcheggio, zone a traffico limitato e multe. Liberi finalmente di andare ovunque pagando meno di un taxi e comodamente seduti su un auto. Il car sharing non solo fa risparmiare soldi all’utente ma decongestiona il traffico e abbatte l’inquinamento.

Per guardare l’elenco completo delle città dove è attivo il servizio basta andare sui siti: icscarsharing.it e car2go.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here