Made in Italy, torna la mostra mercato della ceramica

0
52

Il centro di Faenza è pronto a trasformarsi nella più grande mostra mercato dedicata alla ceramica italiana: nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 settembre Made in Italy torna per la sua seconda edizione con protagonisti oltre 100 ceramisti, provenienti da tutta Italia.

Piazza del Popolo e Piazza Martiri della Libertà saranno i due luoghi centrali della mostra mercato: qui 110 ceramisti italiani, dal Piemonte alla Sicilia, presenteranno al pubblico la loro produzione in ceramica artistica e artigianale, proponendo una grande qualità e varietà di stili, linguaggi e tecniche. Una vetrina in grado di mostrare al pubblico uno spaccato sulla migliore produzione ceramica italiana e dando allo stesso tempo l’occasione a ceramisti e botteghe ceramiche di mostrare nuove collezioni, opere e oggetti. Made in Italy costruisce così un racconto a più voci, dai colori e forme della tradizione alla ceramica di design, dagli oggetti per la casa ai gioielli, dalle piccole sculture e opere d’arte agli oggetti per la tavola e la cucina.

Questa nuova edizione presenta anche una novità: un programma di eventi collaterali quali la mostra “Dentro / Fuori. Arte contemporanea nelle città della ceramica italiana”, curata da Irene Biolchini e allestita nella Galleria Comunale d’Arte fino al 5 settembre, per poi spostarsi al Museo Varoli dal 10 settembre al 3 ottobre, e l’esposizione “Dante. Visioni del contemporaneo” in anteprima nella Chiesa di Santa Maria dell’Angelo. “Rosanna Bianchi Piccoli. Ricerca etno-socio-antropologica 1957–1963” è il titolo di un’ulteriore mostra a cura di Anty Pansera presso l’ISIA di Faenza dove resterà fino all’8 ottobre: l’esposizione, composta da 33 pezzi di uso comune provenienti dalla collezione di Rosanna Bianchi Piccoli, realizzati tra il 1958 e il 1963, è un omaggio alla ceramista che si è dedicata con passione e spirito innovativo al design ceramico.

Tra le mostre in programma nei giorni dell’evento c’è anche l’installazione fotografica “Cuorilegio”, una mostra in collaborazione con il corso IFTS Tecnico del prodotto ceramico presso il Museo Carlo Zauli; la mostra “Le frutta del malorto” dedicata a Dante, nata da un progetto di Antonietta Mazzotti ed esposta nello spazio in Corso Matteotti 2; l’allestimento fotografico “Ivo Sassi e la poetica di Dante” presso Faventia Sales; le due mostre dedicate al faentino Gianfranco Morini detto Il Moro e a Karin Putsch-Grassi, presso Bottega Bertaccini – libri e arte (inaugurazione 4 settembre ore 11); la mostra collettiva “Che la festa cominci!”, a cura di Francesca Cerfeda (inaugurazione 4 settembre ore 18.30, presso LATTE Project Space); la mostra CONTACT MMXX a cura del Museo Carlo Zauli presso la Sala delle Bandiere della Residenza Comunale; la mostra del “Premio nazionale Vasaio Gino Geminiani” presso la bottega di Gino in via Nuova, i cui vincitori saranno premiati sabato 4 settembre alle 9 in Piazza Nenni-Molinella.

Tra gli eventi collaterali spiccano anche una serie di incontri come il debutto ufficiale di Casa Studio Raggi e della Another Fucking Gallery, con live set elettronico di Simona Wilbi e giornali che ballano (4 settembre, viale Alfredo Baccarini), e le visite guidate al MIC alla mostra “Alfonso Leoni (1941 -1980). Genio ribelle” (4 settembre, ore 16) e alla nuova sezione permanente “Ceramiche popolari, design e rivestimenti, tra passato e futuro” (5 settembre, ore 16), e quelle al Museo Tramonti alla mostra “Musei d’artista tra le rive del Lamone” (domenica 5 settembre ore 10.30). Visite guidate anche al Teatro Masini (sabato pomeriggio) e all’ipogeo della Fontana Monumentale (nella giornata di domenica), mentre Piazza Nenni-Molinella sarà animata dalla musica della Big Band della Scuola di Musica Sarti (sabato 4 settembre ore 21).

Info: www.enteceramica.it, orari di apertura sabato 4 settembre dalle 10 alle 23 e domenica 5 settembre dalle 10 alle 22