Komatsu Yumiko - Giappone

Komatsu Yumiko - Giappone
Komatsu Yumiko – Giappone

La Fiera del Libro per Ragazzi, giunta alla cinquantunesima edizione, è un appuntamento imprescindibile per gli operatori del settore: editori, autori, illustratori, agenti letterari, traduttori, produttori cine-televisivi, stampatori, librai, bibliotecari, …

Quest’anno, dal 24 al 27 marzo, la Fiera sarà forte di oltre 1.200 espositori – di cui 1.100 dall’estero – provenienti da 74 Paesi (perfino dall’Antartide!): il meglio della produzione mondiale della letteratura classica e digitale per i bambini e i giovani.

Non mancheranno i premi BolognaRagazzi Award e BolognaRagazzi Digital Award e la Mostra degli illustratori, a presentare le tavole selezionate tra quelle pervenute dagli oltre 3190 partecipanti provenienti da 78 Paesi. E tanto, tanto altro.

Non ci dilunghiamo oltre: i professionisti, cui la Fiera del Libro per Ragazzi è rigorosamente riservata, conoscono perfettamente questa irrinunciabile manifestazione.

Tullio Corda - Italia
Tullio Corda – Italia

Attenzione: alla Fiera del Libro per Ragazzi non sono ammessi bambini, né ragazzi minori di 18 anni.

Niente paura, però.

Quest’anno Bologna Children’s Book Fair apre al pubblico dei bambini e dei giovani, delle famiglie, degli insegnanti e degli educatori. Un intero padiglione – il 33 – ospita da sabato 22 a giovedì 27 marzo la prima edizione di Non ditelo ai grandi – settimana del libro e della cultura per i ragazzi.

Intorno a una ricchissima libreria internazionale per ragazzi, che raccoglie e presenta tutti i classici e le novità proposti in Fiera, e a una grande area dedicata all’illustrazione, sono in cartellone una moltitudine di incontri, laboratori, mostre, convegni, dibattiti, presentazioni, dediche, per un programma ricco di temi, di ospiti, di opere e di bellezza.

Il calendario è davvero troppo ricco per riassumerlo qui: l’invito caloroso è a leggere con attenzione i siti dedicati, segnalati in fondo a questa pagina.

Marco Soma - Italia
Marco Soma – Italia

Per concludere, o forse per meglio introdurre, vale forse ricordare l’incipit di una filastrocca che l’autore sardo (ma bolognese di adozione) Bruno Tognolini ha scritto nel 1998 per “Popotus”, inserto de “L’Avvenire”, proprio in occasione della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna:

Fiera di libri, libri di fiera
Io ci son stato e son stato contento
Io ci son stato e ho visto com’era
Era una fiera bufera di vento
Cento milioni di libri diversi
Scritti di seguito oppure coi versi
Solo figure e senza parole
Solo scritture e senza colore
In italiano cinese spagnolo
Tutte le razze paesi costumi
Dieci racconti in un libro solo
Solo un racconto in dieci volumi
Ne avevo letto già più di seicento
Quando ho sentito quel vento…
Vento segreto dei libri migliori
Che piano piano sospira fuori
Vento che dorme nascosto tra i fogli
E che si sveglia quando li sfogli
[…]

Verena Hochleitner - Austria
Verena Hochleitner – Austria

A proposito di Bruno Tognolini: qualche mese fa, in Svizzera, ci è capitato di fargli una breve, densa intervista. Ascoltatela qui.

E arrivederci a Bologna.

MICHELE PASCARELLA

 

Info su Bologna Children’s Book Fair 

Info su Non ditelo ai grandi – settimana del libro e della cultura per i ragazzi

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here