Alessandro Roma, Due gocce di pioggia mi colpiscono come sassolini, 2011

Bologna celebra la giovane creatività. Si inaugura il 13 novembre all’Accademia di Belle Arti di Bologna la terza Biennale dei giovani artisti italiani, curata dai critici Renato Barilli, Guido Bartorelli, Guido Molinari, quest’ultimo anche in qualità di docente dell’Accademia stessa. Ventinove gli artisti selezionati, con età media sui trent’anni, e casi limitati di minore o maggiore età. Nella selezione, i critici confermano i criteri seguiti nella precedente Officina, partendo dalla convinzione che viviamo in un periodo di fertile eclettismo o ibridazione in cui non prevale alcuna tendenza: ci sono esempi di pittura, ma nella versione dinamica del wall painting, ricorsi alla fotografia, alle installazioni, a materiali verbali o comunque di alta tensione concettuale. Tutte le espressioni artistiche sono in gioco, poste tra loro in un equilibrio dinamico che i curatori amano definire con una nozione offerta dal filosofi francesi Gilles Deleuze e Félix Guattari, la nozione di plateau, ovvero di un altopiano in cui appunto le diverse tendenze si intrecciano, in una concordia discors. La mostra, visibile a Bologna fino al 19 dicembre, sarà poi presentata al Museo della Città di Rimini dal 10 gennaio all’8 marzo 2016. Tra i nomi gli artisti selezionati Sara Benaglia, Francesco Bertelé, Giulia Bonora, Bounty Killart, Chiara Camoni, Federica Delpiano, Niccolò Morgan Gandolfi, Gabriele Garavaglia, Nicola Genovese, Laura Giovannardi, Marco Gobbi, Roberta Grasso, Andrea Grotto, Federico Lanaro, Dario Lazzaretto, Gemis Luciani, Daniela Manzolli, Cristiano Menchini, Damiano Nava, Valerio Nicolai, Simona Paladino, Emmanuele Panzarini, Fabrizio Prevedello, Roberto Pugliese, Alessandro Roma, Angelo Sarleti, Cristina Treppo, Adriano Valeri, Lucia Veronesi. Appuntamento a domani, alle ore 11 presso l’Aula Magna dell’Accademia di Bologna.

LEONARDO REGANO

 

Biennale dei giovani artisti italiani

Fino al 19 dicembre

Bologna, Accademia di Belle Arti, via Belle Arti 54

lunedì – venerdì ore 10.00 – 18.00; sabato ore 10.00 – 14.00; domenica chiuso

e dal 10 gennaio al 8 marzo 2016

Rimini, Museo della Città, via Luigi Tonini 1

martedì – sabato ore 8.30 – 13.00 / 16.00 – 19.00; domenica e festivi 10.00 – 12.30 / 15.30 – 19; chiuso il lunedì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.