13925864_507764812763041_1049853538469206738_o

“Questo è il nostro fiore all’occhiello” dichiara con entusiasmo Marco Ravaioli, Assessore ai Progetti per la Sicurezza, Mobilità e Centro Storico di Forlì, unica città europea insieme a Dublino, a essere scelta per il progetto Yuko di Toyota.

 

Si tratta di un programma di car-sharing 100% ibrido, il primo in Italia, dove sette Toyota Yaris Hybrid verranno messe a disposizione della città e saranno prenotabili 24 ore su 24 via web. Nella città le vetture saranno posizionate in sette punti strategici e utilizzabili secondo il sistema “Station Based”, che prevede la presa in consegna della vettura e la sua successiva restituzione, al termine del “noleggio”, in parcheggi predefiniti o nei punti di maggiore richiesta.

 

“Questo progetto nasce da un incontro fortuito di reciproche volontà” spiega l’assessore. La città, infatti, aveva già fatto passi significativi verso la sostenibilità ambientale, come per esempio con il successo ottenuto dal bike-sharing, ed era alla ricerca di un’idea simile tramite un bando.

La Toyota, d’altro canto, ha soddisfatto i suoi requisiti di ricerca, grazie alle medie dimensioni della città e alla presenza dell’università.

 

Uno degli obiettivi è la sensibilizzazione della cittadinanza verso le tematiche della sostenibilità e dell’energia pulita, che verrà incoraggiata anche con incentivi per le tutte le persone che decidono di passare a questo di tipo di automobili.

 

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here