È stata presentata ieri in conferenza stampa la Stagione 2017-2018 dell’Arena del Sole e del Teatro delle Moline di Bologna, una programmazione che nasce dalla volontà di Emilia Romagna Teatro Fondazione di riconoscere nel teatro un luogo privilegiato di incontro.

Quello di ERT è definito un grande “teatro senza mura” che si vuole e si pensa a misura di città e “teatro senza mura” è, per l’appunto, il leitmotiv che ha guidato la direzione artistica nella programmazione del cartellone 2017-2018 – il primo che Claudio Longhi presenta nelle sue vesti di direttore.

Sui due palcoscenici di via Indipendenza andranno in scena trentasei spettacoli di prosa, tre di danza e uno spettacolo straniero, che sarà all’Arena in esclusiva italiana; il Teatro delle Moline ospiterà tredici spettacoli, e, esprimendo la sua vocazione a essere ‘cantiere’, diventerà il luogo in cui tre compagnie proveranno i loro lavori, successivamente destinati a debuttare su altri palcoscenici.

La stagione comincia con Il Libro di Giobbe, un testo di Emanuele Aldrovandi e Pietro Babina messo in scena con la regia di Babina, in prima assoluta dal 13 ottobre al 16 in Sala de Berardinis. Subito dopo Emilia, spettacolo con la regia di Claudio Tolcachir, tornano poi in Arena del Sole Enzo Vetrano e Stefano Randisi con un classico del loro repertorio, Totò e Vicé, e poi la compagnia Deflorian | Tagliarini. Tra gli altri importanti nomi protagonisti nella stagione: Teodoro Bonci del Bene, Teatro delle Albe, Daniele Salvo che riallestisce la Medea di Ronconi, Sandro Lombardi e Federico Tiezzi, Antonio Latella con l’ultima produzione Pinocchio, Raffaele Di Florio, Cesare Lievi, Mario Martone, Leo Muscato e tanti altri. Ed ancora Il giardino dei ciliegi, Trent’anni di felicità in comodato d’uso nuova produzione di ERT, nella versione del giovane Nicola Borghesi che ironicamente e tragicamente rilegge – per ERT – il capolavoro di Čechov (17-30 marzo, Salmon); La classe operaia va in paradiso  con la regia di Claudio Longhi, qui in veste di regista; Punta Corsara, Virgilio Sieni, Cristiana Morganti, un nuovo spettacolo di Pippo Delbono, artista caro a ERT, in prima assoluta all’Arena del Sole con La gioia, Enzo Moscato, Marco Paolini, Nanni Garella con Arte e Salute e molti altri.

Continua poi la collaborazione tra ERT e ATER che rende possibile la programmazione di di Cantiere Moline, un progetto che ospita spettacoli e intende dare vita a una casa degli artisti offrendo loro un luogo in cui sviluppare il proprio percorso creativo.

Per il programma completo visitare il sito www.bologna.emiliaromagnateatro.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here