Giorno 702

0
Mare delle Bahamas

Fuori è sempre bellissimo, da quando siamo chiusi in casa il sole non ha fatto altro che splendere.

In cielo ci sono nuvole di uccelli mai visti prima, nuvole nere che giocano e stuzzicano l’uomo che non puo’ sparare. Il Fronte Nazionale Naturalista ha vietato anche di stare ad ammirarli oltre un minuto al giorno, per evitare che a qualcuno venga voglia di polenta con gli osei. Sarebbe inutile, la polenta è stata vietata oltre un anno fa. C’è il sole e non piove più. Per fortuna in casa abbiamo una scorta di Acqua Nett-Flix, “la più leggera del pianeta, come dice la pubblicità”. “Per la pizza migliore, usate Farina e Pomodori Nett-Flix”, consiglia invece l’altra réclame, ogni dodici minuti. Ieri hanno semplificato un mio vicino di casa. Adesso dicono così, fa meno impressione.

L’hanno portato in giardino e l’hanno strangolato. Non sparano più, anche i proiettili sono stati razionati e servono per combattere i francesi. Al mio vicino di casa han trovato sei confezioni di passata Mutti sotto il letto. Avrebbe dovuto denunciarle e se n’è fregato. Se fosse stato pomodoro Nett-Flix forse se la sarebbe cavata con l’amputazione degli arti. L’ho guardato morire dal balcone, non mi è mai stato simpatico. Ci hanno messo 4 minuti e poi l’hanno lasciato lì, come da decreto. Oggi sono due mesi esatti che al Governo Casamonica si è sostituito il Premier Giovanotto. Dice che cambierà le cose e darà alla musica il giusto spazio programmando per radio solo quella buona, la sua. Almeno sarà più sopportabile di quella techno-tzigana del governo precedente. Abbiamo tutti una gran voglia di vedere il mare e forse ce lo faranno vedere a canali unificati stasera, alle 21 per 12 minuti. Il Fronte Nazionale Naturalista ha vietato ogni immagine del mare, sia fotografica che dipinta. Ho tenuto nascosto un ritaglio preso da un Condè Nast del 1996, il mare delle Bahamas. Al mercato nero quell’immagine vale almeno una fornitura di Farina Nett-Flix per un mese. O peggio, se dovessero scoprirmi, la reclusione nelle prigioni di Modigliana, dove la tortura è all’ordine del giorno. Ma sono solo voci, nessuno è mai uscito vivo da lì. A me manca tutto, perfino l’aria irrespirabile della tangenziale di Bologna, perfino il brivido della busta verde che notifica una multa presa in centro per aver commesso nessuna infrazione.

Ho perso la massa muscolare, riesco a stare solo steso e puzzo come un cadavere. Sono ricoperto di pulci e piattole ma per legge non si possono uccidere. Il Fronte Nazionale Naturalista dice che bisogna aspettare ancora un po’, che siamo ad un passo dal mondo perfetto. Io mi fido di loro. Dopotutto sono quelli che un anno fa hanno trovato il vaccino per quel cazzo di virus e ci hanno guarito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.