Teatri di Vita, resiDANZE di primavera volge al termine

0
133
NRG (ph. Valentina Bianchi)

Le “resiDANZE di primavera” di Teatri di Vita giunge al termine con un ultimo grande appuntamento diviso in due serate: venerdì 26 e sabato 27 giugno a partire dalle ore 20. Gli spazi all’aperto del Parco dei Pini e di Teatro di Vita ospiteranno la compagnia Il Cantiere e la Cie Essevesse, giunte al termine della loro residenza artistica a Teatri di Vita, e lo spettacolo “NRG” dell’artista ospite Paola Bianchi.

Il primo appuntamento di venerdì 26 giugno vede protagonista la Cie Essevesse con lo spettacolo “La commedia divina #like4like”, coreografato e messo in scena da Antonino Ceresia e Fabio Dolce,con i video di Nicolas Clauss e le musiche di Marie Bernard e Romain Aweduti. Un studio “danzato” a due che porta sul palco la spinta creativa di Dante nella realizzazione della sua più grande opera, attraverso l’intrecciarsi di arte visiva e gestualità manuale tipica del linguaggio coreografico, facendo eco all’importanza della calligrafia nel momento in cui Dante ha scritto la sua opera.

Sabato 27 giugno è il turno di Il Cantiere che presenta “Wall Dialogue Resistance (ai tempi della pandemia)”Sara Marasso e Stefano Risso, rispettivamente corpo e contrabbasso, restituiscono memorie e attualità del quartiere attraverso la danza, la musica e il video. Il tutto ruoterà attorno a una tema: quella del muro, declinato per l’occasione nella particolare esperienza della pandemia. Un progetto che assume la forma di un racconto multimediale che si pone come obiettivo quello di raccontare la storia di una comunità e di un territorio.

Infine, a chiudere il weekend ci sarà lo spettacolo “NRG” che vede in scena la sua stessa coreografa Paola Bianchimuoversi sulle musiche composte ed eseguite dal vivo da  Fabrizio Modonese Palumbo. Il progetto nasce da un’immersione emotiva negli archivi retinico-mnemonici di una quarantina di persone a cui è stato chiesto: quali sono le immagini pubbliche che si sono impresse nella tua retina e che anche dopo molto tempo continuano a essere vive nella tua memoria visiva? Ogni immagine di questo atlante mnemonico personale e condiviso è entrata così nel corpo deformandolo, fino a generare nuovi stati del corpo.

info: 051.6199900, teatridivita.it 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.