Riaprono i teatri: gli spettacoli di ERT

0
La dodicesima notte. Foto di Stefano Triggiani

Dopo tanta attesa, i teatri in Italia possono aprire di nuovo le loro porte per accogliere finalmente il pubblico e i lavoratori dello spettacolo; anche i teatri di ERT Fondazione sono pronti per questo nuovo inizio.

Nel periodo appena trascorso, Emilia Romagna Teatri Fondazione non è rimasta con le mani in mano, ma ha continuato a lavorare con gli artisti rendendo possibile la realizzazione della programmazione dei mesi di maggio e giugno 2021, che recupera alcuni degli spettacoli delle stagioni sospese e presenta le nuove produzioni, realizzate nel corso dell’ultimo anno nei teatri a porte chiuse.

Contemporaneamente, la Fondazione, in sinergia con i Comuni Soci, sta preparando un cartellone di appuntamenti estivi per le città di Modena, Vignola, Castelfranco Emilia, Bologna e Cesena.

Qui di seguito, i primi spettacoli in scena.

A Modena il Teatro Storchi riapre da sabato 15 maggio con Ana contra la muerte (Anna contro la morte), un’inedita versione italiana in prima nazionale del nuovo spettacolo di Gabriel Calderón, uno dei maggiori artisti di teatro uruguaiani che con questo lavoro consolida la sua collaborazione con ERT Fondazione. La programmazione si apre poi ad altri luoghi della città: il Teatro Tempio ospita da martedì 22 giugno Io sono mia moglie di Doug Wright, il testo che il cesenate Michele Di Giacomo traduce, dirige e interpreta per ERT Fondazione.

A Vignola invece si riparte venerdì 7 maggio al Teatro Ermanno Fabbri, con lo spettacolo-installazione Rapimento, aperto al pubblico fino a domenica 9.

Sabato 8 maggio a Castelfranco Emilia si conclude con una restituzione pubblica la quarta fase di Mediatori del reale con Miraggi, progetto di Fabiola Fidanza e Francesca Di Fazio, affiancate dai tutor Daria Deflorian, attrice e regista, ed Elena Di Gioia, direttrice artistica della stagione Agorà.

In alcune zone di Castelfranco Emilia poi prenderà vita un’installazione composta di specchi, ognuno decorato da un artista della regione Emilia-Romagna: un invito ai cittadini a raccontare l’altra parte, la loro metà riflessa, in forma scritta o d’immagine, o con un suono, una canzone, un breve video. Lo specchio è strumento per interrogarsi assieme, artisti e spettatori, su cosa ci sia dietro quella superficie sulla quale ci guardiamo.

A Bologna il Teatro Arena del Sole riprende la programmazione mercoledì 12 maggio con il debutto nazionale della produzione ERT con Arte e Salute Onlus, La dodicesima notte di William Shakespeare. Lo spettacolo, con la traduzione, l’adattamento e la regia di Nanni Garella e con Stefano Bicocchi in arte Vito, rimane in sala Leo de Berardinis fino a domenica 16.

Da domenica 16 maggio a venerdì 4 giugno prende vita il gran finale di Così sarà! La città che vogliamo, progetto di teatro partecipato, audience development, pedagogia civica e promozione territoriale promosso dal Comune di Bologna e finanziato con i fondi europei del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane (PON Metro) 2014-2020. Venti giornate di programmazione in vari spazi di Bologna, che hanno proprio l’obiettivo di fondare una nuova città ideale, e che vedono collaborare gli enti partecipanti: Altre Velocità, Cassero LGBTI Center – Gender Bender, Kepler-452, La Baracca – Testoni Ragazzi, Teatro dell’Argine, coordinati da Emilia Romagna Teatro Fondazione.

ENIGMA. Requiem per Pinocchio del Teatro Valdoca riapre venerdì 14 e sabato 15 maggio le porte al Teatro Bonci di Cesena, con una prima nazionale, «nell’emozione grandissima del ritorno al teatro vivo»: in due anni di gestazione la compagnia ha composto la sua opera della maturità, coprodotta da ERT Fondazione, cesellando intorno alla figura del burattino di Collodi una partitura di canto, suono dal vivo e movimento sui versi originali di Mariangela Gualtieri (anche attrice). Cesare Ronconi dirige al centro di una scena onirica due giovani e potenti performer, capaci di segnare lo spazio e lo sguardo come poche altre, Silvia Calderoni e Chiara Bersani, mentre allarga il suo ascolto visionario a tutti gli interpreti, nella tensione che da sempre innerva la sua scrittura registica.

È già disponibile sul sito di ERT Fondazione tutta la ricca programmazione degli spettacoli che seguiranno fino a giugno.

Nel rispetto delle nuove disposizioni, tutti gli spettacoli nel mese di maggio avranno inizio alle ore 19.00 dal martedì al sabato e alle ore 16.00 la domenica (a Cesena ore 19.00 anche lo spettacolo della domenica).

I biglietti, per la sola programmazione di maggio, saranno in vendita a partire da martedì 27 aprile. Le biglietterie di tutti i teatri ERT (Teatro Storchi – Modena, Teatro Ermanno Fabbri – Vignola, Teatro Arena del Sole – Bologna e Teatro Bonci – Cesena) saranno aperte nei seguenti orari: dalle ore 10.00 alle 14.00, dal martedì al sabato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.