AngelicA presenta la prima italiana di Eyal Maoz

0

Sul palco del Centro di Ricerca Musicale/Teatro San Leonardo musica sperimentale e musica da camera si incontrano: giovedì 21 ottobre alle ore 19 il compositore e chitarrista americano Eyal Maoz va in scena per la sua prima italiana di Guitar Solo.

Compositore, chitarrista e bandleader americano originario di Israele, attivo nella scena musicale newyorchese da oltre vent’anni, Eyal Maoz unisce rock, jazz e avanguardia, virati con sfumature elettroniche e sonorità radicali ebreo-mediorientali. Noto per raccontare rie di dolore, speranza, resistenza, gioia e celebrazione, la sua musica oscilla tra l’estremamente delicato e l’altamente instabile, tra musica da camera e sperimentazione radicale.

La sua lunga carriera lo ha visto impegnato su più fronti, incidendo per Tzadik, Ayler, Chant, Out Now e Piadrum Records, come membro del progetto Cobra di John Zorn e dell’ensemble Abraxas di Shanir Blumenkranz, come fondatore dell’ensemble Edom e dei Dimyon e come co-leader di Hypercolor, un trio art rock dalle venature jazz con Lukas Ligeti, e dei 9 Volt, un gruppo di jazz elettrico. Ha lavorato anche per il cinema, componendo musica per alcuni film dei registi Yoram Porath e Raphael Nadjari. Le sue uscite più recenti sono Lie Detectors con il batterista angloisraeliano Asaf Sirkis, e Transliminal Rites con Frank London e il compositore di live electronics Guy Barash, mentre i suoi prossimi album in programma includono lavori di Edom e Hypercolor.

Info: 051/240310, info@aaa-angelica.com , www.aaa-angelica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.