Niente: “tu chiamale se vuoi emozioni”

0
155

Niente è il progetto solista di Mirko Paggetti, classe ’84, il Paggio per gli amici, gestore tra l’altro dei Bevitori Longevi, Circolo Arci a Forlimpopoli, dove ci si sente a casa e si ascolta sempre della buona musica dal vivo. Prima di creare il suo primo disco in solitaria, suona con altre band, tutte provenienti dal sottobosco musicale provinciale romagnolo. Sceglie il suo moniker poichè il significato di Niente è niente. Una parola che rappresenta l’ignoto, quello che non conosciamo, quello che, alla fine, siamo.

Dopo tutto è il nuovo EP registrato durante le vacanze di Natale del 2023 al FantHome studio di Carpena (FC), insieme a Mauro Casadei (Il Lunebrio) alla batteria e Nicolas Nanni al basso. EP uscito grazie alla collaborazione di Michele Maraglino della Fame Dischi.

7 pezzi di cantautorato sensibile e profondo, dove Paggetti, con la collaborazione di Enrico Gregori e Valeria Cedioli nei testi ha realizzato un EP di pure emozioni e sensazioni dove ci ritroviamo dentro inesorabilmente. Le parole e le sonorità ti aggrovigliano lo stomaco con gocce di malinconia ma anche con quella voglia di andare avanti e sopravvivere grazie all’amore, alle passioni e alla musica.

“Abbracciami sul tetto quest’alba sta per comininciare..”

Dopo tutto è un EP da ascoltare e riascoltare tutto d’un fiato, e dopo due o tre volte vi accorgerete di canticchiare le canzoni in un attimo e aspettare di vedere il nostro Paggio su un palco e cantare tutti assieme, “rompere le regole e volare”. Brividi sulla pelle nell’ultimo pezzo, il mio preferito dell’EP, Spiraglio, in collaborazione con Il Lunebrio, un pezzo che sento molto affine al mio essere, sia per la poesia delle parole che per le sonorità rock che insidiano il nostro animo.

“Corri lontano, lontano da qui, spegni tutto resta dritto e poi vai.. fino in fondo vai..”

Come cantava Battisti, “tu chiamale se vuoi emozioni”Dopo tutto, Niente c’è riuscito. Alla grande.