al Teatro Félix Guattari: Masque teatro dal 18 marzo ospita Opera Bianco

0
107

Dopo la residenza della coreografa e danzatrice Lucia Guarino, Masque teatro ospita dal 18 marzo per quindici giorni la compagnia Opera Bianco, che lavorerà a Trickster: studio del progetto The Playground. Un danzatore, solo in scena, si divincola tra citazioni di natura e qualità diverse, con un focus su un’intera scena del film del 1921 The Playhouse, in cui Keaton interpreta una scimmia che imita dei cliché dell’umana borghesia. La danza è costruita attraverso un collage di materiali plurali e multiformi, i cui attraversamenti imprevedibili dispongono il corpo in uno stato di costante domanda. La drammaturgia fisica è nutrita dalla pittura sensuale e cinetica di Bacon. Il ritratto che ne emerge in primo piano è un corpo abitato, animato dal dialogo continuo e serrato tra la propria specificità anatomica e gli inviti, quasi acrobatici, delle partiture. Questo lavoro interpella il trickster, figura liminale che nel presiedere i confini delle città, delle cose e della vita sociale, contemporaneamente confonde le distinzioni. Il trickster rovescia sensi e significati e nel distruggere crea, o meglio co-crea, in una posizione mai dominante e impositiva, ma sempre laterale, duplice e dialogica.

Al termine della residenza, venerdì 29 marzo, alle ore 16, le porte del Teatro Félix Guattari (via orto del fuoco, 3 – Forlì) si apriranno per una prova aperta al pubblico. Ingresso a 1 euro.

Dal 2017 Masque teatro è uno dei cinque titolari del progetto di Residenze Artisti nei Territori promosso da MiC e Regione Emilia-Romagna. Continua anche quest’anno il sostegno alla ricerca e alla sperimentazione attraverso la creazione di spazi di esperienza nei quali artisti, studiosi, organizzatori e tecnici possano mettere in campo le proprie competenze al fine di dar vita a un sapere condiviso. Sito nel quartiere Schiavonia, il Teatro Félix Guattari si pone come avamposto di un progetto di auto-riqualificazione del territorio urbano teso alla congiunzione tra i centri e le periferie.

Cinque le residenze da febbraio a dicembre 2024 per un totale di più di 60 giornate di ospitalità. Con, in ordine, le compagnie: Lucia Guarino / Nexus, Opera Bianco, gruppo nanou, Dewey Dell e Stefania Tansini. Tutte in permanenza a Forlì negli spazi del Teatro Félix Guattari. Segue il lavoro delle compagnie in residenza la studiosa di arti performative e del rapporto che esse intrattengono con la filosofia, Sara Baranzoni.

Opera Bianco è un progetto di ricerca artistica di Vincenzo Schino, regista e artista visivo e Marta Bichisao, danzatrice e coreografa. Collabora stabilmente con il sound artist Federico Ortica. È l’evoluzione del gruppo Opera che dal 2005 al 2016 ha creato spettacoli di teatro, danza, performance e installazioni presentate nei principali festival e teatri della scena contemporanea, è stato pluripremiato e oggetto di tesi di laurea, articoli su riviste specializzate e pubblicazioni editoriali. Il primo lavoro, in collaborazione con il poeta Ivan Schiavone, è un’installazione sonora e plastica dal titolo Grand Mother (2017) che nasce da una ricerca sulla memoria orale e sulla voce nel suo aspetto fantasmatico. La prima tappa è stata creata nel 2017 nel territorio della Valnerina umbra, a partire da una serie di registrazioni di anziani e di poeti pastori. La seconda tappa sarà dedicata al territorio francese/bretone e nell’estate 2019 sarà esposta nel museo di arte contemporanea La Briqueterie di Saint Brieuc (FR). Nel biennio 2017-18 Opera Bianco fa parte di Corale, progetto artistico finanziato da Teatro stabile dell’Umbria e Regione Umbria a sostegno della comunità di Preci (PG) colpita dal terremoto del 2016. Il progetto è durato l’intero anno e ha avuto come obiettivo la co-creazione tra artisti e abitanti di una serie di rituali collettivi che contribuissero della ricostruzione immateriale del territorio. Corale ha prodotto laboratori di danza e teatro, l’istituzione di un cineforum, cene sociali e un Festival di arti performative (Festa! Preci) in cui sono stati ospitati, per tre week-end estivi, artisti della scena italiana e internazionale.Nel biennio 2018-2019 Marta e Vincenzo sono invitati dalla compagnia Gazibul di Saint Brieuc (Francia) in una serie di progetti pedagogici con il Conservatoire de Musique, Danse et Arts Dramatiques. Marta e Vincenzo fanno parte del Libero Gruppo di Studio per le Arti della Scena (LGSAS) fondato da Claudio Morganti. Dal 2018 Opera Bianco è artista IN SITU, piattaforma europea per la creazione artistica nello spazio pubblico.

Maggiori informazioni: http://www.masque.it/

Masque teatro
c/o Teatro Félix Guattari
via Orto del fuoco 3, Forlì