Nuda-Proprietà

Tratto dal romanzo della scrittrice e femminista Lidia Ravera, Piangi pure (edito da Bompiani nel 2013), Nuda proprietà è uno spettacolo che sembra scritto su misura per Lella Costa, che da sempre ha messo in cima alla propria lista delle priorità le donne. Abituata a recitare sola con i suoi monologhi, Lella Costa si misura questa volta con un testo teatrale polifonico e con un partner alla sua altezza: Paolo Calabresi, un attore completo, con una sua storia teatrale, televisiva e cinematografica. L’incontro tra due universi, il femminile e il maschile, uniti dall’intelligenza e dall’autoironia,  è tenuto insieme con mano ferma e  incisiva dalla regista Emanuela Giordano che cura anche i costumi e l’impianto luci.

Tutto comincia con una stanza in subaffitto: Iris la offre a Carlo, psicanalista sfrattato del pianoterra. Intanto lei, rimasta senza un soldo, vende in nuda proprietà la casa. Dissipatrice accanita, senza pensione, Iris non ha altra scelta che cedere il suo unico bene al miglior offerente, fingendosi molto più malandata di quello che è. Il miglior offerente è senza scrupoli e una nipotina bella e sfaccendata si intromette proprio quando Iris e Carlo capiscono che sta succedendo qualcosa di imprevedibile: Iris contro ogni logica si innamora di Carlo e Carlo di Iris. Mentre Carlo scopre di essere malato, Iris si accorge che non può più fare a meno di lui, della sua intelligenza, della sua ironia, della sua capacità di decifrare la vita per quello che è. Carlo è affascinato da questa donna incasinata e vitale, che si espone, si dichiara, senza farsi mai mortificare dalle convenzioni. I due decidono di vivere insieme tutto quello che resta da vivere.

13-18 gennaio, Imola, Teatro Comunale Stignani – Info: 0542 602610, teatrostignani.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.