Prometeo Contemplazione SOLO, Simona Bertozzi - foto Nexus
Prometeo Contemplazione SOLO, Simona Bertozzi - foto Nexus
Prometeo Contemplazione SOLO, Simona Bertozzi – foto Nexus

.

«La consegna di Prometeo è introdurre l’umanità alla capacità di creare, di forgiare, di coltivare e costruire. Di inoltrarsi nell’articolazione di una pratica in cui l’agire si fa complesso per tensione alla cura, alla vitalità creativa»: la coreografa e danzatrice Simona Bertozzi introduce il progetto biennale dedicato ad attraversare il mito di Prometeo. Un estratto in solo del primo quadro, intitolato Prometeo: Contemplazione (debuttato nei prestigiosi spazi della Fondazione Nazionale della Danza a Reggio Emilia nel giugno scorso), aprirà la prima edizione del Festival multidisciplinare delle arti sceniche contemporanee APP – Ascoli Piceno Present.

«In questo estratto di Prometeo: Contemplazione, la sola figura che appare non rivela un incipit del proprio agire né una provenienza» aggiunge Simona Bertozzi «la partitura delle azioni è organizzata, ma l’ostinazione della pratica riapre ogni volta i confini delle tattilità, esponendo ogni iniziativa d’azione alla fragilità del presente, nitido e sospeso, della scena. Una palestra ritmica: dove incidono la reversibilità delle regole e la loro mescolanza. Un quadro d’azione, la cui contemplazione è affidata al pubblico».

Giovedì 14 aprile, inoltre, Simona Bertozzi condurrà una Masterclass dedicata agli allievi delle scuole di danza di Ascoli Piceno (l’ingresso è gratuito, la prenotazione obbligatoria – info: 346 0956050).

.

15 aprile, ore 18 – Ascoli Piceno, Chiesa di San Pietro in Castello – info: 071 2072439, amatmarche.net, simonabertozzi.it

,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here