Lo Schiaccianoci - Compagnia Almatanz - (c) C.M.FALSINI

Al Teatro Duse di Bologna il 2017 si apre questa sera con un balletto senza tempo, lo Schiaccianoci per la regia di Luigi Martelletta: una versione che esalta lo spirito favolistico e nella quale non mancheranno le danze più note del capolavoro di Caikovskij e con protagonisti gli Etoiles internazionali del Balletto di Cuba Vittorio Galloro e Arianne Lafita Gonzalves

 

La trama del balletto è tratta da una favola borghese di Hofmann: durante la vigilia di Natale, il sindaco indice una festa per i suoi amici e per i loro piccoli figli. Questi, in attesa dei regali e pieni di entusiasmo, danzano, quando arriva il signor Drosselmeyer, un amico di famiglia, che porta regali a tutti i bambini, intrattenendoli con giochi di prestigio. Alla sua prediletta, Clara, regala uno schiaccianoci a forma di soldatino che Fritz, il fratello della bambina, rompe per dispetto. Clara, stanca per le danze della serata, si assopisce seduta su una sedia e inizia a sognare.

Il sogno di Clara si trasforma in un incubo, il principe (lo schiaccianoci) correrà in suo soccorso per salvarla, la porterà in un luogo magico, e qui le bambole prenderanno vita.

La regia, a cura di Martelletta, elimina i risvolti più inquietanti del racconto, a favore di una formula spettacolare per esaltare principalmente l’elemento favolistico del racconto. Anche se con una formazione più snella lo spettacolo ripercorrerà comunque quell’itinerario danzato più conosciuto, non mancheranno infatti le danze più note del capolavoro di Caikovskij: la danza russa, cinese, araba, spagnola, il famoso valzer dei fiori, i fiocchi di neve, mantenendo quindi parte della coreografia di repertorio di Petipa.

 

Mercoledì 4 gennaio, Teatro Duse, via Cartoleria 42, Bologna, 21.00, info: www.teatrodusebologna.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here