Happy end

Continuano gli appuntamenti cinematografici all’Arena Puccini di Bologna. Da lunedì 21 agosto fino al 7 settembre un ciclo di sette anteprime, con registi nazionali e internazionali che presenteranno i loro ultimi lavori.

Lunedì 21 agosto è il turno di 50 primavere di Blandine Lenoir, che narra la storia di Aurore (Agnès Jaoui), una cinquantenne separata, senza lavoro e quasi nonna che cerca disperatamente di ritrovare se stessa. Sarà a partire da un inaspettato incontro con un vecchio amore di gioventù che la donna comincerà un lungo percorso di resistenza nel tentativo di iniziare una nuova vita.

Martedì 22 agosto ospite sarà invece il regista austriaco Michael Haneke con il suo ultimo lungometraggio Happy End, presentato in concorso al Festival di Cannes 2017. Il film narra la storia di una grande famiglia alto borghese che, perdendo i suoi valori originari, si è fatta specchio della società falsa, egoista, infelice e meschina che la circonda. Sullo sfondo una Calais contraddittoria, divenuta spazio di transito per i rifugiati.

Mercoledì 23 agosto sarà la volta dell’anteprima di 120 battiti al minuto di Robin Campillo, premiato con il Gran premio della giuria al Festival di Cannes 2017. Il film, ispirato a una storia vera, narra gli anni ’90 che vedono come protagonisti, accanto all’house music che fa da colonna sonora, l’Aids, gli attivisti di Act Up-Paris e l’associazione di lotta all’Aids che combatte contro il silenzio e l’indifferenza. Nathan e Sean sono due attivisti incastrati tra atti dimostrativi, difficoltà di convivenza, storie d’amore e il dramma della malattia.

Giovedì 24 agosto protagonista sarà invece la pellicola Una donna fantastica di Sebastian Lelio, vincitore di due riconoscimenti al festival di Berlino 2017. Maria è una donna transgender che abita a Santiago del Cile e che si trova ad affrontare il post-mortem del suo uomo. Protagonisti della pellicola saranno i problemi famigliari, con la moglie e i figli, e quelli personali legati alla sensazione di non essere ancora stata accettata dalla società.

Si continua domenica 27 agosto con Un profilo per due di Stéphane Robelin, la storia del solitario Pierre, separato padre di una figlia che lo sprona ad imparare ad usare il computer. Aiutato all’attuale compagno della figlia, Alex, Pierre impara a navigare in rete dove conosce Flora, una donna giovane e bella, ma al momento dell’incontro intima Alex a sostituirlo.

Lunedì 28 agosto ci sarà il regista italoamericano Jonas Carpignano con il suo A Ciambra, vincitore del premio miglior film europeo alla Quinzaine des réalisateurs del Festival di Cannes 2017. La storia è ambientata in una comunità Rom in Calabria e il protagonista è Pio, un ragazzo di 14 anni che segue il fratello Cosimo in piccole attività di furto. All’arresto del padre e del fratello, Pio deve provvedere al sostentamento della sua famiglia.

Il ciclo di anteprime di conclude giovedì 7 settembre con Appuntamento al parco di Joel Hopkins, che racconta la storia di Emily Walters (Diane Keaton), una ricca americana che vive ai bordi del parco di Hampstead a Londra, e Donald, clochard che vive in mezzo al parco da ben 17 anni.  Affascinata dall’uomo,  Emily riscoprirà l’amore e si farà protagonista di una battaglia in difesa della sua abitazione.

Dal 21 agosto al 7 settembre, Sette serate di anteprime , Arena Puccini Bologna, ore 21.45 – info: 366 9308566 e 328 2596920, facebook.com/arena.puccinicinetecadibologna.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here