Mercoledì 30 maggio alle ore 22 appuntato al Teatro degli Atti con uno spettacolo inserito nell’ambito della Biennale del disegno 2018. Protagonista del palco sarà l’autore e illustratore Gek Tessaro con il suo spettacolo di “teatro disegnato” dal titolo “Il cuore di Chisciotte“.

A partire dal famosissimo personaggio di Don Chisciotte frutto della penna dello scrittore spagnolo Cervantes, Gek Tessaro ha dato vita a uno spettacolo che unisce musica, disegno e teatro in una reciproca ispirazione e intersezione.

Le tre arti convergono nel portare in scena il tema centrale dei cuori in viaggio, che Don Chisciotte incarna alla perfezione in quanto cavaliere errante. In cuore impazzito quello di Don Chisciotte, che diventerà matto a causa della lettura, che con Gek Tessaro assume le sembianze di una forza travolgente ed inarrestabile, quasi una sorta di magia.

Cuori e pazzia dunque: i cuori dei matti, ma anche dei coraggiosi, tanto che le due parole potrebbe essere sinonimi. E anche in questo caso nessun romanzo è più rappresentativo di Don Chisciotte, elogio del combattere contro i mulini a vento, dell’inutilità del gesto ma anche della bellezza dell’ostinazione, della resistenza, e anche della consapevolezza dell’impossibilità di vincere.

In quanto cavaliere errante emergerà infine anche il tema del viaggio e della scoperta intesi come motori di curiosità e dunque anche di conoscenza.

Il risultato finale è uno spettacolo visionario e poetico, frutto di una narrazione originale dell’artista che prende vita grazie alla lavagna luminosa. I cuori diventano i diversi temi trattati da Cervantes per descrivere la figura del cavaliere errante e Don Chisciotte prende vita e consistenza grazie alla musica e al disegno.

Mercoledì 30 maggio, Il cuore di Chisciotte, Teatro degli Atti Rimini, ore 21 – info: teatroermetenovelli.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.