Torna per la sua sesta edizione il festival Le Città Visibili, la kermesse di teatro e musica che anima quest’anno i locali dell’Ex Macello comunale di Rimini, in perfetta linea con la vocazione che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del riuso degli spazi abbandonati. Dal 20 luglio al 2 agosto sono previste in programma quattro serate di teatro e quattro di musica dal vivo, tutte a ingresso libero, unite a conferenze e incontri sui tema dell’attualità, ma anche passeggiate sonore, mostre ed installazioni.

Tra queste ultime spiccano in particolare la rassegna di video arte curata da RIU Project e la mostra fotografica sugli spazi abbandonati sul territorio riminese e un laboratorio di riciclo a cura dell’associazione Kantharos aps, che si occuperà anche di fornire ai partecipanti la possibilità di godersi speciali visite guidate sul territorio verso luoghi abbandonati o recuperati. Durante le serate saranno presenti anche alcuni spazi di ristorazione “street food” a cura di Beestrò e Lo Svizio.

Ad inaugurare la kermesse è però la musica con il concerto dei Perturbazione (20 luglio, ore 21.30), formazione storica del panorama musicale italiano che vanta anche una partecipazione all’edizione 2014 del festival di Sanremo. Il 22 luglio sarà invece lo spettacolo “La Sorella di Gesù Cristo, terzo capitolo della “trilogia della provincia” di e con Oscar De Summa ad aprire la proposta teatrale. Lo spettacolo sarà preceduto da un incontro con Rompi il Silenzio, centro antiviolenza riminese, durante il quale si dialogherà intorno al tema della violenza sulle donne.

Il festival continua lunedì 23 luglio quando l’Ex Macello ospiterà il convegno “Riusiamo L’Italia: dagli spazi abbandonati alle colonie”, realizzato in collaborazione con l’associazione “Il Palloncino Rosso”. All’incontro interverrà l’architetto Roberto Tognetti che fornirà buoni esempi di riqualificazione urbana partecipata già realizzatisi.  Martedì 24 luglio Laura Pozone porterà invece sul palco lo spettacolo “Dita di Dama”, per la regia di Massimiliano Loizzi, preceduto da un incontro con Claudia Cicchetti, membro della segreteria Cgil di Rimini, sul tema Lavoro giovani e donne.

Mercoledì 25 luglio torna protagonista la musica con il concerto di Gnut, cantante compositore e produttore e autore di numerose colonne sonore di film, mentre giovedì 26 luglio il palco si illuminerà sulle note della giovane cantautrice Erica Mou.

Domenica 28 luglio si torna al teatro con lo spettacolo vincitore de “L’Italia dei visionari”, progetto che ha coinvolto decine di cittadini nello scegliere uno degli spettacoli in cartellone del festival: la giuria popolare ha selezionato “Questa è casa mia” con Alessandro Blasioli, che narra la storia di una famiglia aquilana in seguito al terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo.

Il 30 e il 31 luglio si conferma per la seconda volta la collaborazione con l’Associazione Il Palloncino Rosso nel portare in scena lo spettacolo Farsi Silenzio” di Tindaro Granata, diretto e interpretato da Marco Cacciola: si tratta di un viaggio alla riscoperta della lentezza, del silenzio, della quotidianità della vita.

A chiudere la kermesse il 2 agosto sarà il cantautore, musicista e virtuoso della chitarra Roberto Angelini, che presenterà il suo “Solo live”.

Dal 20 luglio al 2 agosto, Le Città Visibili, ex Macello Rimini, ore 21.30 – info: 339 4976319, info@lecittavisibili.comlecittavisibili.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.