“In cerca di Alice”, domani al Teatro Petrella

0
178

Per ricordare il 40esimo anno dalla Legge Basaglia, il teatro Petrella propone due spettacoli messi in scena dall’associazione “Arte e Salute”.

L’associazione “Arte e Salute” è una Onlus bolognese che, operando con il dipartimento di salute mentale della Ausl di Bologna, ha inserito la pratica teatrale all’interno del percorso riabilitativo riuscendo a preparare due spettacoli, “In cerca di Alice” e “Al dutåur di mât”.

Il primo dei due spettacoli, “In cerca di Alice”, andrà in scena domani 16 dicembre alle ore 16; lo spettacolo, scritto e diretto da Valeria Frabetti e Daniela Micioni ci racconta un mondo immaginifico, dove il reale e l’onirico si mescolano continuamente. Un mondo immerso nel nonsense in cui si dice che “per sopravvivere bisogna essere matti come un cappellaio, o un gatto, o una lepre marzolina…”.

Alice è una storia strana, in cui si gioca col linguaggio e sul linguaggio. Un racconto che mette a nudo il lato irrazionale della natura umana, con cui i bambini, molto più degli adulti, si confrontano serenamente. Sul palco i giovani attori e attrici Luca Alberghini, Stefano Cittadino, Anna Corsini, Cristina Nuvoli, Elisa Pedretti, Marco Russo.

Giovedì 20 e venerdì 21 dicembre alle 21, invece, sarà rappresentato “Al dutåur di mât” diretto da Nanni Garella e interpretato dal comico Vito, dalle attrici Patrizia Bollini e Licia Navarrini, insieme agli attori della Compagnia Arte e Salute. Una riscrittura in dialetto bolognese della commedia Il medico dei pazzi, di Eduardo Scarpetta.

 

BIGLIETTI

In cerca di Alice

Intero € 10,00 – Ridotto € 5,00
riduzione per chi ha meno di 14 anni

 

Al dutåur di mât

Biglietto unico € 16,00

Vendita on line per tutti gli spettacoli su www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita Vivaticket

 

domenica 16, giovedì 20 e venerdì 21 dicembre; Teatro Petrella di Longiano; Info: http://ilteatropetrella.it/, tel. 0547 666008

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.