Le Città Visibili, il ritorno del Festival all’Ex Macello di Rimini

0
177
La Sirenetta

L’ Ex macello comunale di Rimini torna anche quest’anno a fare da cornice al Festival Le Città Visibili, che dal 16 luglio all’1 agosto porterà in città quattro concerti, cinque spettacoli, nonché laboratori, incontri e conferenze.

L’inaugurazione, dopo la presentazione dell’assessore Massimo Mezzetti in dialogo con Graziano Urbinati, aprirà il Festival con uno spettacolo di Roberto Mercadini dal titolo “Odissee Anonime”, incentrato sul tema dell’integrazione. L’apertura sarà accompagnata da street food a cura di Truck di Aspasso. A partire da giovedì 18 luglio, la kermesse alternerà musica e teatro: il 18 luglio alle ore 21.30 si terrà il concerto de La Municipàl, mentre sabato 20 luglio, alla stessa ora, Ivano Marescotti presenterà il libro “Fatti Veri”, dando voce ad alcune storie del testo. Anche in questa serata i partecipanti potranno deliziarsi il palato prima dello spettacolo con le prelibatezze dello street food. Domenica 21 luglio si esibirà il cantautore siciliano Dimartino, preceduto dalle sonorità di Darma e lunedì 22 luglio gli spettatori potranno assistere allo spettacolo “Acapulco” di e con Mele Ferrarini e Mila Vanzini.

A partire da giovedì 25 luglio, l’ordine si inverte ripartendo con il teatro e lo spettacolo de “La Sirenetta” della Compagnia Eco di Fondo, una “fiaba per adulti” prodotta con il patrocinio di Amnesty International Sezione Italia e Everyone Group for cooperation on human rights culture. Venerdì 26 luglio si torna alla musica con il concerto di Roberta Giallo, preceduto da una aperitivo a cura dell’associazione Vite in transito, mentre sarà Bianco, con Massimo Marches in apertura, a chiudere il ciclo di concerti previsti, nella serata di domenica 28 luglio.

Martedì 30 luglio ci si sposta all’Ex Colonia Bolognese per lo spettacolo I Have a Dream, che vede la partecipazione di numerosi ragazzi profughi rifugiati in Italia, per la regia e la coreografia di Vito Alfarano e il patrocinio di Amnesty International Italia. Infine, a chiudere il Festival, nelle giornate di mercoledì 31 luglio e giovedì 1 agosto, lo spettacolo “Se questo è Levi”, una produzione Fanny & Alexander con Andrea Argentieri e a cura di Luigi De Angelis, omaggia il centenario dalla nascita di Primo Levi. Si tratta di una performance itinerante nel centro storico della città, dedicata all’opera dell’indimenticato scrittore.

Le Città Visibili non è solo musica e teatro, ma anche possibilità di formazione grazie ai workshop di recitazione e drammaturgia, ai laboratori per bambini a cura dell’associazione Kantharos, alle passeggiate sonore e al workshop fotografico firmati RIU Project.

Dal 16 luglio all’1 agosto, Le Città Visibili, Ex Macello Comunale Rimini – Info: info@lecittavisibili.comwww.lecittavisibili.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.