Ultimo ciclo di “In prospettiva. Dialoghi sul teatro”

0
Silvia Gribaudi, ph. Samanta Cinquini

In arrivo il terzo e ultimo ciclo di In prospettiva. Dialoghi sul teatro, il progetto di collaborazione tra Emilia Romagna Teatro Fondazione e il Dipartimento delle Arti-La Soffitta dell’Università di Bologna, che dà voce ad artisti, studiosi, operatori del mondo dello spettacolo dal vivo per interrogarsi sul ruolo delle arti performative in un periodo di così profonde trasformazioni. Un appuntamento settimanale in partenza lunedì 16 novembre in diretta streaming alle ore 19.00 sui canali Facebook di ERT e del DAMSLab-La Soffitta.

Tutti i lunedì fino al 14 dicembre saranno impegnati ad indagare il binomio Spettatore-Persona che analizza il nostro presente e le prospettive artistiche nello scenario attuale, invitando gli artisti a porsi dal punto di vista dei loro stessi spettatori. Ogni ospite deciderà come immaginare e costruire il proprio spettatore, se pensarlo come una collettività o nella sua individualità, se coinvolgerlo nel momento della creazione o lasciarlo a godersi al termine lo spettacolo. In un periodo in cui si assiste alle trasformazioni dei luoghi e dei tempi dello spettacolo da vivo, diviene anche necessario riflettere sul nuovo spettatore e sul posto che occupa oggi, sguardo al di là di uno schermo.

In un momento in cui il contatto con il pubblico è sempre più ridotto se non annullato le voci di artisti come Gabriele Vacis, regista teatrale e co-fondatore del Laboratorio Teatro Settimo (16 novembre), Armando Punzo, regista teatrale e fondatore della Compagnia della Fortezza (23 novembre), Silvia Gribaudi, coreografa e performer (30 novembre), Kornél Mundruczó, regista teatrale e cinematografico ungherese (7 dicembre), e Davide Enia, scrittore e drammaturgo, regista e attore teatrale (14 dicembre), portano avanti una riflessione sulla figura dello spettatore nel tempo presente.

info: emiliaromagnateatro.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.