Alessandro Berti e la dilogia bugie bianche

0
Negri senza memoria ph. Daniela Neri

Alessandro Berti e la sua dilogia bugie bianche sono i protagonisti di un doppio appuntamento alle Artificerie Almagià di Ravenna e al Teatro Socjale di Piangipane nelle serate di giovedì 28 e sabato 30 ottobre alle ore 21.

Giovedì 28 ottobre il palco di Artificerie Almagià ospiterà il primo capitolo della dilogia, Black Dick: passando dalla conferenza alla confessione, dalla stand-up comedy alla narrazione sarcastica fino al concerto, l’autore e attore ripercorre la storia dell’uso del corpo del maschio nero da parte della società bianca europea e americana, dalle colonie ai trionfi nello sport, dallo schiavismo ai linciaggi, dalla musica alla pornografia. Black Dick propone così una riflessione liminale sul concetto di appropriazione culturale, sul senso di un impegno condiviso tra bianchi, sulla necessità di una lotta comune per l’uguaglianza.

Sabato 30 ottobre invece sarà il Teatro Socjale ad ospitare il secondo capitolo, Negri senza memoria, nel quale Berti si concentra su un pezzo di storia specifico: il rapporto tra italoamericani e afroamericani, nelle società occidentali e in particolare negli USA, tra fine Ottocento e metà Novecento. Negri senza memoria è un monologo vertiginoso, pieno di canzoni, di notizie e di storie che si concentra sulla storia degli immigrati italiani in America e sui modi in cui vennero prima classificati e disprezzati, poi sedotti e inglobati nella società bianca. Al termine dello spettacolo l’autore incontrerà il pubblico in un dialogo con il docente e critico teatrale Andrea Pocosgnich.

bugie bianche è solo un’altra grande prova di Alessandro Berti che negli ultimi anni si è confrontato con temi importanti, e controversi, del discorso sociale: la percezione della razza, l’importanza, e i limiti, del concetto di appropriazione culturale, le dinamiche del desiderio sessuale in rapporto alla diversità, razziale e no, le rimozioni e le costruzioni immaginarie che impediscono uno sguardo non pregiudiziale.

Info e biglietti: 0544 36239 \ 333 7605760, biglietteria@ravennateatro.com, ravennateatro.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.