CIBÒ. So Good! Food immersion nei sapori d’Italia

0
87

Il primo giorno di primavera Bologna si veste di sapori e profumi della tradizione e indossa la lente alla scoperta dei borghi più belli d’Italia e delle genuine prelibatezze pronte ad offrire una piacevole alternativa alla usuale cucina di appartenenza.

È CIBÒ. So Good! – Il Festival dei Sapori d’Italia, giunto oramai alla quinta edizione, a proporci- dal 21 al 23 aprile nella cornice storica di Palazzo Re Enzo – una vera e propria food immersion nelle proposte enogastronomiche del Bel Paese seguendo un percorso ben delineato: si parte dalle delizie del territorio emiliano-romagnolo, con particolare attenzione ai Prodotti De.Co. – Denominazioni Comunali – per poi percorrere i sentieri del gusto e dei paesaggi dei Borghi più Belli d’Italia e della Ciclovia Appenninica, 3000 Km di sostenibilità ambientale e mobilità slow dalla Liguria alla Sicilia.

CIBÒ è il festival delle cose buone. Tre giorni di passione culinaria, cultura, assaggi di cibo per buongustai e traveller in un percorso stuzzicante di cooking show, degustazioni, meeting che si snodano tra le Isole del Gusto dove regnano i prodotti tipici locali e si incontrano realtà diverse tra loro anche per provenienza. La scelta è ampia e piuttosto invitante: A Tavola coi Sapori, imperdibile l’esperienza con il Tagliere dei Sapori, Bologna Food Court, Gin Lounge un viaggio alla scoperta di uno degli spirit più amati al mondo nato nel 1200 dalla ricetta dei monaci olandesi per scopi medicamentosi.

Con il Festival si va oltre.

CIBÒ nasce con l’obiettivo di promuovere le eccellenze attraverso lo sviluppo di tre macro temi: la Ciclovia Appenninica, propone una mobilità sostenibile per un turismo slow, quello lento, che si ferma nei borghi, si gusta la bellezza della natura e si assaggiano le prelibatezze; I Borghi più Belli d’Italia, come i viandanti si va alla scoperta di luoghi ormai dimenticati o vittima dello spopolamento che, nella loro connaturata resilienza, custodiscono le tradizioni e l’arte dei mestieri di un’antica comunità; le Denominazioni Comunali che rendono tipico un territorio e conferiscono identità alle eccellenze locali che diventano parte integrante di una tradizione come quella famigliare. La dicitura viene conferita ai prodotti che nascono e realmente rappresentano il territorio e sono supportati dalla cittadinanza, come l’imbutino ozzanese, De.Co. di Ozzano dell’Emilia. E, lungimirante nella visione di promozione del territorio, il Comune di Bologna, primo in Italia, ha esteso la propria politica di valorizzazione delle De.Co. a tutti i comuni dell’area metropolitana, ossia del territorio provinciale.

CIBÒ. So Good! – Il Festival dei Sapori d’Italia
Palazzo Re Enzo, Bologna
dal 21 al 23 aprile 2023 | Ingresso libero