TORNA TRAUMFABRIK CON DUE APERITIVI SERIALI AL DIAGONAL LOFT CLUB SUL CINEMA D’IMPEGNO CIVILE

0

Giovedì 7 dicembre ore 19:00 al Diagonal Loft Club torna TraumFabrik, la rassegna di aperitivi seriali che esplora il passato e il presente del cinema e dei media audiovisivi, ideata da Sunset e organizzata con Tiresia Media.

Ingresso libero.

L’edizione 2023 si compone di due incontri informali e coinvolgenti, con tanto di aperitivo, nei quali si parlerà di un tema molto attuale: “Corpi politici del cinema italiano. Gian Maria Volonté e Nanni Moretti”, un viaggio alla ri-scoperta di due attori-icone del cinema d’impegno civile in Italia e delle forme di racconto politico e sociale che hanno attraversato il nostro paese.

Il primo incontro è giovedì 7 dicembre alle 19:00: Sotto la superficie: Gian Maria Volonté e vent’anni di cinema civile in Italia.

Il regista e docente universitario Matteo Lolletti approfondirà la figura di Gian Maria Volonté nel panorama del cinema politico e civile degli anni ’60 e ’70. A quasi trent’anni dalla scomparsa del protagonista de “La classe operaia va in paradiso”, durante l’incontro si esploreranno gli strati politici dei film che hanno plasmato la coscienza collettiva italiana, e si attraverserà insieme l’impatto e la rilevanza di questo periodo nella storia cinematografica.

Il secondo incontro sarà giovedì 14 dicembre alle 19:00: Corpo e nevrosi nel cinema di Nanni Moretti.
Stefano Bolzini, redattore di BILLY Rivista di cinema e altre perversioni, approfondirà l’autore, la sua espressione e la sua ricerca cinematografica personale e impegnata dagli anni ’70 fino ai giorni nostri. Si esploreranno le tematiche di rivoluzione e disillusione attraverso il prisma della filmografia di Moretti, offrendo una prospettiva approfondita sulle trasformazioni della società italiana nel corso del tempo.

 

TraumFabrik è un progetto “The Act of Looking”, ideato dalla cooperativa Sunset Studio e organizzato con Tiresia Media, con il sostegno del Comune di Forlì, in collaborazione con Diagonal Loft Club e Billy – Rivista di cinema e altre perversioni.