BUONE-NOTIZIE-DA-FORLiIl 2013 forlivese inizia bene: il Teatro Diego Fabbri, il luogo di spettacolo più istituzionale della città, accoglie per la prima volta una rassegna dedicata al teatro e alla danza contemporanei. Quattro appuntamenti doppi (alle ore 20.30 e alle 22.30) in due teatri della città: il Diego Fabbri e Il Piccolo. Il primo appuntamento della rassegna, affidato all’apocalittico e compassionevole Displace (nella foto di Luigi Angelucci) di Muta Imago e a Il giro del mondo in 80 giorni di MK, grande prova di maestria e capacità visionaria dell’ensemble romano, ha portato a Forlì appassionati, studiosi e giornalisti da tutta la regione (tra cui numerosi esponenti del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna): rara quanto preziosa occasione data alla città dalla nuova direzione artistica, formata da Ruggero Sintoni e Claudio Casadio (Accademia Perduta/Romagna Teatri), Lorenzo Bazzocchi (Masque Teatro) e Claudio Angelini (Città di Ebla). Nel programma a venire: Santasangre (Bestiale improvviso), Carlotta Sagna (Tourlourou), Accademia degli Artefatti (My Arm), Ivo Dimchev (I-On), Virginio Liberti/ Gogmagog (Non è quel che sembra) e Maria Donata D’Urso (Pezzo O [due] e Strada étude). Esempi di come l’arte performativa possa essere espressione di un articolato e critico pensiero sul mondo, e al contempo proposta di una coraggiosa alternativa. (michele pascarella)

Fino al 12 aprile, Teatro Diego Fabbri e Teatro Il Piccolo – Forlì, Stagione Contemporaneo. Info: teatrodiegofabbri.it/contemporaneo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here